European Union External Action

Istituzione del SEAE

25/11/2019 - 15:46
Overview

Avviato ufficialmente il 1º gennaio 2011, il servizio europeo per l'azione esterna è stato istituito dal trattato di Lisbona, firmato nel 2007 ed entrato in vigore alla fine del 2009.

Il trattato di Lisbona ha definito anche le modalità di creazione del servizio:

"L'organizzazione e il funzionamento del servizio europeo per l'azione esterna sono fissati da una decisione del Consiglio. Il Consiglio delibera su proposta dell'alto rappresentante, previa consultazione del Parlamento europeo e previa approvazione della Commissione."

Nel 2010 sono stati compiuti alcuni passi importanti. Il 25 marzo l'alta rappresentante ha trasmesso al Consiglio una proposta relativa all'istituzione del SEAE. La proposta, che ha fatto seguito a lunghi negoziati e discussioni con i vari servizi interessati, conteneva descrizioni dettagliate della composizione del SEAE, delle modalità di selezione e trattamento del personale e delle forme di coinvolgimento degli Stati membri e delle altre istituzioni europee. Era evidente anche l'importanza del SEAE:

"contribuirà a rafforzare l'Unione europea sulla scena mondiale e ad innalzarne il profilo, consentendole nel contempo di proiettare più efficacemente i suoi interessi e valori."

L'8 luglio 2010 il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione che approva la proposta con l'aggiunta di osservazioni relative alla nomina del personale, al finanziamento delle delegazioni estere e alla risoluzione di potenziali controversie.

Il 26 luglio 2010 il Consiglio dell'Unione europea ha adottato una decisione che ha confermato la proposta dell'alta rappresentante con gli emendamenti del Parlamento europeo. La decisione ha preso effetto immediatamente. Il SEAE è stato inaugurato ufficialmente il 1º gennaio 2011.

Il SEAE presenta relazioni periodiche sulle sue attività, vale a dire le relazioni annuali di attività, le relazioni sulla politica estera e di sicurezza comune dell'UE, le relazioni sulla politica di sicurezza e di difesa comune e le relazioni sui diritti umani. Il SEAE contribuisce inoltre alla relazione generale annuale dell'UE.

Sezioni editoriali: