European Union External Action

EEAS RSS Feeds

Displaying 1 - 10 of 77

Nell'attuale contesto strategico, con sfide senza precedenti provenienti dal Sud e dall'Est del mondo, la collaborazione tra l'Unione europea e l'Organizzazione del trattato dell'Atlantico del Nord (NATO) riveste un'importanza fondamentale.

La sicurezza dell'UE e quella della NATO sono interconnesse: non soltanto 22 Stati membri dell'UE sono alleati della NATO, ma insieme possono mobilitare un'ampia gamma di strumenti e usare nel modo più efficiente le risorse disponibili per far fronte a queste sfide e rafforzare la sicurezza dei loro cittadini.

La collaborazione tra l'UE e la NATO costituisce uno dei pilastri delle attività dell'UE per migliorare la sicurezza e la difesa europee, nell'ambito dell'attuazione della strategia globale dell'UE. Contribuisce inoltre alla ripartizione transatlantica degli oneri. Un'Unione europea più forte e una NATO più forte si rafforzano a vicenda.

Visto il mutevole contesto di sicurezza, la strategia globale per la politica estera e di sicurezza dell’UE (EUGS) ha dato il via ad un processo di approfondimento della cooperazione in materia di sicurezza e di difesa. Gli Stati membri dell’UE hanno concordato di intensificare l’operato dell’Unione europea in quest’ambito e hanno riconosciuto che, per realizzare tale obiettivo, è necessario rafforzare il coordinamento nonché incrementare gli investimenti per la difesa e la cooperazione nello sviluppo delle capacità di difesa.

Leaders of EU Member States, Iceland, Liechtenstein and Norway celebrated today the 25th anniversary of the European Economic Area, which brought these countries together as equal partners in the internal market, giving access to its four freedoms: of goods, persons, services and capital.

In questo giorno, 70 anni fa, gli Stati membri delle Nazioni Unite si riunirono per adottare la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, un passo che ha riconciliato il mondo dopo la più grande tragedia della storia umana. Da allora abbiamo fatto molta strada.

La disinformazione è una sfida in continua evoluzione, con un elevato potenziale di influire negativamente sui processi
democratici e sui dibattiti sociali. Ha effetti sempre più negativi sulla società in tutta l’Unione europea, che possono essere
combattuti in modo globale solo con un approccio coordinato, congiunto e sostenibile.

La capacità militare di pianificazione e condotta (MPCC) è stata istituita l’8 giugno 2017 per consentire all’UE di
reagire in maniera più veloce, efficace ed efficiente come garante della sicurezza al di fuori dei suoi confini. L’MPCC è
responsabile della pianificazione e della condotta operative delle missioni militari senza compiti esecutivi dell’UE.
Attualmente essa controlla le missioni di addestramento dell’UE (EUTM) in Mali, in Somalia e nella Repubblica
centrafricana. Il 19 novembre 2018, il Consiglio ha deciso di affidare all’MPCC l’ulteriore compito di essere pronta
anche a pianificare e condurre un’operazione militare con compiti esecutivi delle dimensioni di un gruppo tattico
dell’UE. Il suo organico permanente sarà rafforzato di conseguenza.

La dimensione civile della politica di sicurezza e di difesa comune (PSDC) fornisce un valore aggiunto unico al ruolo globale svolto dall’UE per la pace e la sicurezza a livello internazionale.

Negli ultimi anni le sfide globali non sono divenute solo più numerose, ma anche più complesse, multidimensionali e fluide. La strategia globale dell'UE in materia di politica estera e di sicurezza, presentata nel giugno 2016, mette in evidenza il forte legame esistente fra la sicurezza interna ed esterna dell'UE in un contesto geopolitico in evoluzione. Nessun paese, da solo, può far fronte a queste minacce emergenti. Quando si tratta di sicurezza, gli interessi di tutti gli Stati membri dell'UE sono inscindibilmente connessi. Questo è il motivo per cui l'UE crea le condizioni che consentono una collaborazione più stretta tra gli Stati membri in materia di difesa. ntire la pace nel nostro continente e la sicurezza dei nostri cittadini è al centro del progetto europeo.

L'Alto Rappresentante / Vicepresidente Federica Mogherini alla Conferenza internazionale sulla Libia a Palermo

Languages:

Pages