Delegation of the European Union to Peru

La Svizzera e l'UE

26/09/2016 - 15:35
EU relations with Country

La Svizzera e l'UE intrattengono strette relazioni in numerosi settori, tra cui la cooperazione politica, il commercio e la ricerca. Troverete quì una panoramica degli ambiti chiave di questo partenariato.

La Svizzera e l'Unione europea (UE) condividono storia, lingue, cultura e valori politici. Sullo scacchiere internazionale difendono posizioni affini e si sostengono a vicenda in vari ambiti tra cui:

  • la politica climatica
  • i diritti umani e
  • la lotta alla povertà.

La Svizzera partecipa a numerose missioni e operazioni dell'UE per la gestione civile delle crisi.

Grazie a una fitta rete di accordi bilaterali, i legami che l'UE ha con la Svizzera sono più stretti che con qualsiasi altro paese non appartenente allo Spazio economico europeo (SEE). La Svizzera partecipa a varie politiche europee che riguardano

  • il mercato interno
  • il trattato di Schengen, che garantisce la libera circolazione all'interno degli Stati firmatari
  • il sistema di Dublino per l'esame delle domande di asilo e
  • i programmi europei di ricerca e di mobilità.

 

Verso un partenariato rafforzato

Nel 2014 l'UE e la Svizzera hanno avviato negoziati per definire un quadro istituzionale comune che garantisca l'applicazione uniforme delle regole del mercato interno. Un accordo istituzionale permetterebbe alla Svizzera di rafforzare e approfondire il partenariato con l'UE.

La Svizzera e l'UE intrattengono importanti relazioni commerciali:

  • Il volume degli scambi commerciali tra i due partner raggiunge circa 1 miliardo di euro per giorno lavorativo.
  • Nel 2015 la Svizzera era il terzo partner commerciale dell'UE dopo gli USA e la Cina.  
  • L'UE è di gran lunga il partner commerciale più importante della Svizzera.
  • Il 55 per cento delle esportazioni svizzere di beni è destinato all'UE e il 75 per cento delle importazioni svizzere proviene dall'UE.
  • L'8 per cento delle esportazioni dell'UE è destinato alla Svizzera e il 6 per cento delle importazioni europee proviene dalla Svizzera. 

Le relazioni economiche e commerciali tra l'UE e la Svizzera sono rette dall'Accordo di libero scambio del 1972 e dagli Accordi bilaterali I del 1999, che danno alla Svizzera l'accesso diretto a settori chiave del mercato interno europeo tra cui:

La partecipazione della Svizzera ad altri settori del mercato interno, ad es. quello dell'elettricità o i dei servizi, dipende dalla conclusione di un accordo sul quadro istituzionale comune.

Links utili per le aziende che intendono fare commercio nell'UE o in Svizzera:

Nell'ambito degli Accordi bilaterali I la Svizzera e l'UE hanno concluso un accordo sulla libera circolazione delle persone che permette ai cittadini svizzeri e europei di risiedere e lavorare liberamente in Svizzera o nell'UE a condizione di avere un contratto di lavoro valido o di disporre di sufficienti mezzi finanziari.

Attualmente circa 1,3 milioni cittadini europei residenti in Svizzera e 450 000 cittadini svizzeri residenti nell'UE beneficiano di questo diritto. Ad essi si aggiungono 300 000 cittadini europei che ogni giorno varcano la frontiera per lavorare in Svizzera. La libera circolazione è un elemento fondamentale delle relazioni bilaterali e non può essere separata dagli altri accordi che danno alla Svizzera l'accesso diretto al mercato interno europeo.

 

La Svizzera è stata associata ai programmi UE per la mobilità dei giovani e degli studenti e dal 2014 partecipa al programma di scambio Erasmus+ in qualità di paese terzo.

Negli scorsi anni l'UE e la Svizzera hanno intensificato la collaborazione in ambito fiscale. Inoltre, a livello internazionale, cooperano  nella definizione di standard di trasparenza e concorrenza fiscale comuni.

Nel maggio 2015, l'UE e la Svizzera hanno sottoscritto un accordo sullo scambio automatico di informazioni volto a migliorare in modo significativo la lotta all'evasione fiscale. L'entrata in vigore dell'accordo è prevista nel corso del 2017.

Da tempo la Svizzera e l'UE collaborano con successo nel settore della ricerca e dell'innovazione. La Svizzera era associata a pieno a titolo al settimo Programma quadro dell'UE per la ricerca e lo sviluppo che copriva il periodo 2007–2013. Attualmente 

Sezioni editoriali: