Delegation of the European Union to Montenegro

EEAS RSS Feeds

Displaying 1 - 10 of 121

Il 19 agosto celebriamo coloro che dedicano tempo, sforzi e competenze agli altri. Gli operatori umanitari possono non essere atleti olimpici, ma nelle loro maratone di lavoro mettono spesso in gioco la loro vita per proteggere gli altri. La loro mèta non è correre il miglior tempo, ma essere il più efficaci possibile: portano la torcia della solidarietà e dell'altruismo. L'UE rende omaggio a tutti gli operatori umanitari che salvano vite umane e, in tempi di crisi, aiutano i più vulnerabili in ogni parte del mondo. Il loro coraggio, la loro volontà e la loro determinazione sono una vittoria per tutti noi.

Ciò che aveva avuto inizio come gesto simbolico in alcuni paesi, con pochi volontari, si è ormai trasformato in un movimento globale che coinvolge centinaia di persone nella raccolta di tonnellate di rifiuti su spiagge, fiumi e laghi di tutto il mondo, raggiungendo oltre 80 paesi nell'edizione del 2019. Il 18 agosto abbiamo ufficialmente lanciato l'edizione 2021 dell'iniziativa #EUBeachCleanup, in collaborazione con le Nazioni Unite e con il sostegno di alcuni piccoli amici blu: i puffi! La campagna di quest'anno si concentra sulla protezione della vita marina, con azioni presenziali e digitali alle quali tutti possono partecipare. Il punto forte della campagna sarà la Giornata mondiale della pulizia costiera, che si terrà il 18 settembre.

In occasione della Giornata della giustizia penale internazionale, l'Unione europea ribadisce l'impegno a tutelare l'indipendenza giudiziaria della Corte penale internazionale e l'integrità dello Statuto di Roma, opponendosi fermamente a qualsiasi tentativo di screditare la Corte e ostacolarne i lavori.

In occasione della Giornata internazionale a sostegno delle vittime di tortura, l'UE ribadisce il proprio forte impegno a continuare ad adoperarsi per un mondo libero da tortura

La pandemia di COVID-19 ha esacerbato in molte parti del mondo le sfide in materia di diritti umani e democrazia. Per questo motivo l'UE ha posto in massimo rilievo i diritti umani nella sua politica estera. Questo è uno dei punti salienti della relazione annuale 2020 dell'Unione europea sui diritti umani e la democrazia nel mondo, che è stata appena adottata. Sebbene il mondo si trovi dinanzi a enormi sfide, l'UE continua a svolgere un ruolo guida nel sostenere i diritti umani, la democrazia e lo Stato di diritto, all'interno dei suoi confini e in tutto il mondo.

Oggi celebriamo la Giornata mondiale del rifugiato, nel mezzo di una pandemia che ha avuto un impatto deleterio sulla salute pubblica e sull'economia. I rifugiati, gli sfollati, i migranti e gli apolidi hanno avvertito questa crisi in modo più acuto e rischiano di essere lasciati indietro. Quest'anno, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, dobbiamo anche ricordare che, per vincere la battaglia contro la pandemia, tutte le popolazioni del mondo dovrebbero avere accesso a vaccini sicuri ed efficaci.

"Avevo sempre molta paura quando andavo a scuola e non riuscivo a concentrarmi sullo studio", afferma Chinsisi, un coraggioso ragazzo di 14 anni, albino, che sfida l'impossibile pur di continuare ad andare a scuola e studiare. Oggetto di miti alimentati dalla superstizione, le persone affette da albinismo come Chinsisi, sono esposte a molteplici forme di discriminazione in tutto il mondo.

La giornata mondiale degli oceani ci ricorda il loro ruolo fondamentale nella vita di ogni giorno: sono i polmoni del nostro pianeta e una fonte essenziale di cibo e medicinali, nonché una componente fondamentale della biosfera. A causa dell'inquinamento del mare muoiono ogni anno migliaia di animali marini; quasi un terzo dei coralli che formano le barriere coralline e oltre un terzo dei mammiferi marini sono adesso a rischio di estinzione. Per di più, la scomparsa delle barriere coralline tropicali minaccia di distruggere i mezzi di sussistenza di mezzo miliardo di persone. Tutti insieme possiamo cercare di proteggere i nostri oceani.

Da ormai troppo tempo sfruttiamo e distruggiamo gli ecosistemi del nostro pianeta. Ogni tre secondi nel mondo scompare una superficie forestale grande come un campo da calcio. L'inquinamento intacca gli ecosistemi ed è causa di una perdita di biodiversità senza precedenti. Proprio il giorno dopo il termine dell'edizione 2021 della Settimana verde europea si celebra la Giornata mondiale dell'ambiente, che offre l'opportunità di unire le persone nella ricerca di soluzioni e azioni concrete per affrontare una volta per tutte il problema dell'inquinamento, concretizzando l'obiettivo di un ambiente a inquinamento zero e privo di sostanze tossiche.

L'acqua, il cibo, i medicinali, i vestiti, i carburanti, gli alloggi, l'energia... sono tutti aspetti che dipendono da ecosistemi sani e dinamici, indipendentemente dal progresso tecnologico. La biodiversità è l'elemento essenziale da cui ripartire per una migliore ricostruzione. Inoltre, se da un lato vi è una crescente consapevolezza del fatto che la diversità biologica è una risorsa globale di enorme beneficio per le generazioni future, dall'altro varie specie sono in notevole calo a causa di determinate attività umane. L'operato dell'uomo ha infatti alterato in modo significativo tre quarti dell'ambiente terrestre e due terzi dell'ambiente marino. La Giornata internazionale per la diversità biologica ci ricorda che noi esseri umani siamo parte della soluzione a questo problema.

Pages