Delegation of the European Union for the Pacific
Responsible for Cook Islands, Federated States of Micronesia, Fiji, Kiribati, Nauru, Niue, Palau, Republic of Marshall Islands, Samoa, Solomon Islands, Tonga, Tuvalu, Vanuatu as well as the three Overseas Countries and Territories in the Pacific.

Libro: "European foreign policy in times of COVID-19"

20/03/2021 - 13:16
From the blog

20.3.2021 – Blog dell'AR/VP – Il 2020 è stato l'anno della pandemia che ha cambiato profondamente il nostro mondo. Il libro "European foreign policy in times of COVID-19" (La politica estera europea nel contesto della COVID-19) racconta i principali eventi fino al termine del 2020, riflette sul loro significato e contribuisce al dibattito sull'evoluzione del ruolo dell'Europa a livello mondiale. La politica consiste nel fare scelte e il futuro dell'UE sarà quello che scegliamo di realizzare.

"Il principale insegnamento del 2020 è che le scelte politiche sono importanti. Possiamo scegliere solidarietà, multilateralismo e partenariati globali, oppure possiamo seguire il percorso del nazionalismo, in cui ognuno provvede a se stesso."

Le battaglie politiche si vincono o si perdono a seconda del modo di formulare le questioni. Conta quindi il modo in cui analizziamo il mondo e descriviamo le nostre opzioni strategiche. Questa è la ragione dei miei contributi regolari su blog e di altre pubblicazioni, alcune delle quali sono ora riunite in questo libro.

 

La raccolta illustra essenzialmente i principali eventi e sviluppi - alcuni dei quali inaspettati e drammatici - occorsi durante il mio primo anno di mandato in qualità di AR/VP, ossia fino al termine del 2020, e il modo in cui ha reagito l'UE. Ripercorre le principali fasi della pandemia e le azioni dell'UE: dallo "scontro di narrazioni" e dal lavoro sul rimpatrio, fino a "Team Europa" e all'accordo sul fondo per la ripresa. Tratta inoltre le principali tendenze geopolitiche, dalla concorrenza strategica tra Stati Uniti e Cina all'emergere di "nuovi imperi" nel nostro vicinato, fino alla strumentalizzazione dell'interdipendenza e all'aumento della disinformazione e delle tattiche ibride.

Illustra ciò che abbiamo cercato di fare di fronte a una serie di conflitti urgenti, dalla Libia e dal Sahel al Mediterraneo orientale, alla Bielorussia e all'Ucraina, dettagliando nel contempo gli sforzi profusi per intensificare e modernizzare i partenariati con l'Africa, l'America latina e la regione indo-pacifica. Spero che possa dare a chiunque sia interessato alla politica estera dell'UE una visione chiara della natura delle sfide ma anche dei dilemmi e delle scelte che ci troviamo ad affrontare.

Infatti, se c'è un insegnamento da trarre dal 2020 è che le scelte politiche sono importanti. Possiamo scegliere solidarietà, multilateralismo e partenariati globali, oppure possiamo seguire il percorso del nazionalismo, in cui ognuno provvede a se stesso. La scelta dell'UE su questo punto è chiara e spero che questo libro riesca a spiegarne il perché.

Alla fine dell'anno abbiamo ricevuto la buona notizia di una nuova amministrazione USA che crede nel partenariato con l'UE, e lo ha già dimostrato sia a parole che con i fatti. Con l'arrivo dei vaccini, inoltre, la fine della pandemia è vicina. Ma abbiamo visto anche che i vaccini vengono utilizzati come strumenti geopolitici, alla stregua delle mascherine mediche lo scorso anno (non è stato possibile approfondire adeguatamente questi importanti sviluppi nel libro, che copre solo il 2020).

Non si assiste ad alcuna attenuazione della natura fondamentalmente competitiva del sistema internazionale e del predominio della politica di potere. Ma gli europei devono confrontarsi con il mondo per quello che è e definire le loro politiche di conseguenza. Nei prossimi mesi dovrebbe giungere il momento dei risultati e della ripresa. Dobbiamo mantenere gli impegni assunti: nei confronti dei cittadini dell'UE che vogliono un'Europa in grado di proteggere loro, i loro interessi e valori, e nei confronti del resto del mondo, che non si aspetta dichiarazioni altisonanti, ma solidarietà e impegni concreti. Sia gli uni che gli altri vogliono che facciamo di più, più rapidamente e meglio. Spetta a noi, attraverso le nostre scelte collettive, realizzare questo obiettivo.

Spero che questo libro contribuisca al dibattito sulla definizione del ruolo globale dell'Europa spiegando le scelte e i compromessi che ci troviamo ad affrontare. La politica consiste nel fare scelte e il futuro sarà quello che scegliamo di realizzare.

Il libro può essere scaricato in formato PDF o come libro elettronicoSCARICA IL FILE PDF

 

 

Sezioni editoriali: