The European Union Delegation to Egypt

EEAS RSS Feeds

Displaying 1 - 10 of 91

08/10/2020 - Questo mercoledì al Parlamento europeo abbiamo discusso della drammatica situazione in Venezuela. Il paese soffre di una profonda crisi politica con drammatiche conseguenze umanitarie. Nelle ultime settimane abbiamo cercato di contribuire a creare le condizioni minime per elezioni legislative libere ed eque. Finora il governo Maduro si è rifiutato di rinviare le elezioni. Tuttavia, continuerò a lavorare per una soluzione democratica, che rappresenta l'unica via d'uscita.

06/10/2020 - Dobbiamo rafforzare i legami con l'Africa, un continente giovane e dinamico. Innanzitutto per affrontare l'attuale crisi, e questo sarà l'obiettivo della mia missione in Etiopia questa settimana. Ma anche su un piano più strutturale, per promuovere congiuntamente uno sviluppo economico verde, digitale ed equo in entrambi i continenti.

02/10/2020 - A volte, a causa delle divisioni tra gli Stati membri, l'UE incontra difficoltà nel prendere decisioni di politica estera. Eppure molti desiderano che l'UE svolga un ruolo geopolitico più forte in un mondo pericoloso come quello di oggi. È necessario un dibattito onesto, senza tabù, sul modo migliore per raggiungere questo obiettivo e sul processo decisionale ad esso correlato.

La biodiversità e la natura sono essenziali per tutte le forme di vita del pianeta. La biodiversità svolge un ruolo fondamentale per lo sviluppo sostenibile e il benessere umano. Può inoltre rafforzare la pace quando si ricorre a una gestione inclusiva delle risorse naturali, si rispettano i diritti delle popolazioni indigene, si combatte il traffico illegale di specie selvatiche o si promuove il dialogo internazionale sulle risorse condivise. In uno dei suoi primi interventi in qualità di alto rappresentante dell'UE, Josep Borrell aveva sottolineato che "oggi la gestione del suolo e delle risorse naturali è una delle sfide più critiche che il mondo si trova ad affrontare".

Il forum "Generazione uguaglianza" ha chiesto una risposta immediata alla luce dell'evidente aumento dei casi di violenza di genere in varie forme, in particolare di violenza domestica, durante la pandemia di COVID-19. L'UE è impegnata ad affrontare questo problema.

29/09/2020 - La settimana scorsa, con la collega vicepresidente Dubravka Šuica, ho partecipato a un evento organizzato congiuntamente con l'UNICEF. L'evento intendeva lanciare un messaggio di allarme ai responsabili delle politiche di tutto il mondo, chiedendo loro di attribuire la massima priorità alle scuole nei piani di riapertura delle rispettive economie. Una questione decisiva per il nostro futuro comune.

Le nazioni di tutto il mondo si sono riunite virtualmente per la 75ª Assemblea generale delle Nazioni Unite. Questo incontro storico giunge in un momento in cui ci troviamo a fronteggiare sfide globali per le quali è difficile trovare risposte globali. L'UE chiede una riforma del multilateralismo che sia improntata alla progettazione anziché alla distruzione. "Dobbiamo rivitalizzare il sistema, non abbandonarlo. Pertanto, questa settimana e in futuro, manterremo lo spirito dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite e difenderemo il multilateralismo, di cui tutti i paesi hanno estremamente bisogno. Un mondo senza Nazioni Unite metterebbe in pericolo tutti noi", ha dichiarato l'alto rappresentante/vicepresidente Josep Borrell.

22/09/2020 - Martedì sono stato in Ucraina per la mia prima visita in qualità di alto rappresentante. La situazione al fronte nell'Ucraina orientale è calma da quasi due mesi, il periodo più lungo dall'inizio della guerra. Dal 2014 l'UE è il principale partner dell'Ucraina. Il nostro sostegno continuerà a essere garantito, ma è legato anche all'urgente necessità di rafforzare lo Stato di diritto e di far avanzare la lotta alla corruzione.

22/09/2020 - Da settimane la popolazione bielorussa scende in strada per protestare contro le elezioni presidenziali fraudolente e l'ondata di repressioni che ne è seguita. Domenica scorsa, ancora una volta, massicce manifestazioni hanno chiesto la partenza di Lukashenko. Durante la riunione dei ministri degli Esteri dell'UE abbiamo sottolineato il nostro pieno sostegno: il futuro della Bielorussia deve essere deciso dal popolo bielorusso e solo da esso.

Pages